Archivi tag: massimo marchignoli

Lettere tra Marchignoli e Don Beppe

Due lettere aperte. La partenza da un’intervista all’ex Sindaco di Imola Massimo Marchignoli pubblicata dal  Nuovo Diario Messaggero, dove cita il mitico don Beppe:

“[...] non posso dimenticare due persone per me veramente importanti: una è don Beppe Tagariello che ho avuto modo di conoscere bene in questi anni e con cui si è creato un forte legame di amicizia, lui mi è stato, con molta discrezione, molto vicino [...]”

A distanza di una settimana, su un altro periodico imolese, il Sabato Sera, don Beppe risponde con una lettera:

letteradonbeppe.jpg“Auguri Massimo, la carriera te la sei davvero guadagnata!”

Un bello scambio di attestati di stima tra due persone che, negli anni, ho imparato ad ammirare ed apprezzare sinceramente. Ognuno nel suo campo, rappresentano per me una vera guida. Entrambi capaci di insegnarmi molto, anche al di là del reciproco ruolo istituzionale. Don Beppe, un prof con il quale ho parlato molto più di altre cose piuttosto che storia e filosofia. Ma che è stato capace di indicarmi una chiave di lettura inedita per vivere i rapporti con chi ti sta intorno. Massimo, un Sindaco che mi ha coinvolto in questa fantastica esperienza politica, aiutandomi nei momenti di difficoltà e spiegandomi i meccanismi a volte contorti della politica. Ma facendomi apprezzare la possibilità di cambiare in meglio una città.

Vedere un forte legame tra loro è davvero bello.

Dimissioni del Sindaco Marchignoli

marchignoli-massimo.jpgOggi pomeriggio il Sindaco di Imola Massimo Marchignoli presenterà le proprie dimissioni al consiglio comunale. Di conseguenza decadrà anche la giunta e tutto il consiglio.

La mia valutazione sull’operato di questo sindaco è nota, ritengo sia stato uno dei migliori che Imola ha avuto nei suoi anni ed uno di quelli che più ha cambiato in meglio la faccia della città. Sono convinto anche che Daniele Manca saprà fare altrettanto.

L’altra sera, in una riunione, Marchignoli ha sottolineato che la propria campagna elettorale da parlamentare partirà davanti alle fabbriche. Mi piace, il Partito Democratico deve essere un partito del lavoro, e troppo spesso ci si è allontanati dalle condizioni dei lavoratori.

Icona PDF Lettera agli imolesi di Massimo Marchignoli

P.S. Sembra ormai deciso l’election day, quindi prepariamoci per il 13 e 14 aprile ad elezioni accorpate politiche ed amministrative. Governo dell’Italia e della città. Una bella tornata elettorale…

Veltroni ad Imola

Questo venerdì Veltroni verrà ad Imola. Ovviamente tutti invitati. Non penso ci sarà occasione per chiamarlo da parte e chiedergli “A’ Walter, ma che ne dici di questo questo e quest’altro? E la Binetti che ce stà a’ fa’?” però mi aspetto una serata di notevole interesse.

Davvero un bel colpo.

veltroni.jpgVenerdì 11 gennaio
ore 19,30
presso PALARUGGI (palazzo sport),
via Oriani – Imola

UNA NUOVA STAGIONE
DI RIFORME PER L’ITALIA

interverranno:

DANIELE
MANCA

Coordinatore PD Circondario Imola

MASSIMO
MARCHIGNOLI

Sindaco di Imola

WALTER
VELTRONI

Segretario Nazionale PD

Grande Valentina!

Valentina Laffi

Ecco, come poco tempo fa, mi ritrovo a fare i complimenti alla Vale (alias Valentina Laffi).

Per lei si sta avvicinando un periodo di grossi cambiamenti: dopo aver lavorato per anni all’interno della Sinistra Giovanile, Federazione DS, costruzione del Partito Democratico, l’elezione come Consigliere Comunale e tutti gli altri impegni, ha scelto di accettare la sfida che il Sindaco di Imola Massimo Marchignoli le ha proposto: affiancare la sua segretaria.

Non si tratta di un posto all’interno di un ufficio: svolgere a pieno il ruolo della segretaria particolare del Sindaco è politica vera e propria. Sei una delle collaboratrici più strette del primo cittadino, la prima interfaccia per molte delle sue relazioni con la città. Attualmente questo compito è svolto dalla mitica Maria Rosa Franzoni, un po’ collega un po’ mamma di chi si avvicina al palazzo comunale da giovane. Mi ricordo ancora quando, nel 2002, fu lei insieme al Sindaco a ricevermi per presentare la prima edizione del calendario di San Giacomo. Un ragazzino di quarta superiore orgoglioso di quello che aveva fatto con alcuni amici. Era la prima volta che passavo dal suo ufficio, quell’anticamera della sala più importante del Palazzo Comunale.

Ora in quelle stanze ci sarà anche un’altra persona competente e con quella capacità di individuare soluzioni, di andare dritta al problema che permette di raggiungere gli obiettivi. Anche se a volte a muso duro, perchè ogni tanto Valentina è molto diretta. Però devo ammettere che quando è così – e qualche volta anche con me ;) – è perchè proprio ci voleva. Insomma, una grande dimostrazione di fiducia che sono davvero contento le venga riconosciuta.

Accettando il lavoro all’interno del comune, sono arrivate le dimissioni dal Consiglio Comunale. Al suo posto arriva la Piera Tullo, altra persona che conosco, stimo ed alla quale do il benvenuto nell’assemblea.

Soprattutto, però, ancora una volta complimenti ed in bocca al lupo a te, Vale! :)

Sciopero Metalmeccanici Imola

12122007099.jpg 12122007100.jpg 12122007101.jpg 12122007102.jpg 12122007103.jpg 12122007104.jpg 12122007105.jpg 12122007106.jpg 12122007107.jpg 12122007108.jpg
Questa mattina i metalmeccanici imolesi di Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil hanno organizzato un sciopero di 8 ore per chiedere il rinnovo del contratto di lavoro.

Una manifestazione per esprimere anche solidarietà verso i lavoratori della ThyssenKrupp di Torino, per chiedere una maggiore applicazione delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Qui sotto due interviste: la prima ad Elisabetta Marchetti, segretaria generale della Cgil di Imola, la seconda a Massimo Marchignoli, sindaco di Imola.


Grazie Stefano

In una sala del Consiglio Comunale strapiena si è svolta un paio d’ore fa la premiazione, il riconoscimento da parte della città di Imola verso Stefano Domenicali, nuovo direttore sportivo della scuderia Ferrari, fresca del titolo iridato.

domenicalierranimarchignoli.jpg

Ho visto un sindaco Marchignoli emozionato (con la cravatta rossa con stampato il cavallino), orgoglioso di un imolese così in alto a livelli mondiali. Ha ricordato, nel suo bell’intervento, il vuoto che ha lasciato la Formula 1 quest’anno mancante ad Imola, aprendo comunque grandi speranze per il futuro dell’autodromo. Un Vasco Errani, presidente della Regione, profondo nelle sue parole di sottolineatura del valore del lavoro, del carattere tenace degli emiliano romagnoli. Uno Stefano Domenicali riconoscente: alla città, la sua terra, ai suoi amici, alla sua famiglia. Con una grande sottolineatura (e quest’anno, viste le vicende che hanno toccato la Formula 1, più che mai ce n’era il bisogno) dell’importante valore sportivo della lealtà, della correttezza, fino all’ultima persona e l’ultimo collaboratore. Ha chiuso con un grande grazie alla sua squadra, un bel richiamo all’importanza dell’unità del gruppo, dell’affiatamento comune per raggiungere il risultato.

E’ stata una cerimonia emozionante, forse un po’ idilliaca e sognante ma credo che, nel mondo di oggi, siano anche questi momenti che ti fanno tirare avanti guardando con speranza a domani.

Grazie Stefano, ancora complimenti.

Il Sindaco Marchignoli su Sicurezza e riduzione dell’ICI

Venerdì mattina su Buongiorno Romagna ho intervistato il sindaco di Imola Massimo Marchignoli.

Abbiamo parlato di sicurezza, delle misure da mettere in campo da parte dell’amministrazione e delle forze dell’ordine e della riduzione dell’ICI prevista nella Finanziaria 2008.

Buona visione.

Immagine anteprima YouTube

Scomparsa di Enrico Gualandi

enricogualandi.jpgE’ scomparso sabato sera Enrico Gualandi, ex sindaco di Imola ed ex deputato locale. Attualmente era presidente dell’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) di Imola, oltre ad una serie di altre cariche.

I quotidiani questa mattina aprono ovviamente tutti con i ricordi da parte di un lungo elenco di cariche politiche ed istituzionali, durante Buongiorno Romagna questa mattina ho fatto collegamenti telefonici con Massimo Marchignoli (Sindaco di Imola) e Massimiliano Stagni (Segretario dei DS di Imola). Tutti hanno riportato alla mente gli insegnamenti di Enrico e quello che ha lasciato in eredità.

Ho avuto occasione più volte di sentirlo parlare, meno di parlargli direttamente. Ho però un’immagine sua fissa, un episodio che mi ha davvero scosso nel profondo. Se non sbaglio, durante la celebrazione del sessantesimo anniversario della liberazione di Imola, nel 14 aprile del 2005. Al PalaRuggi gremito presenti Massimo D’Alema, Massimo Marchignoli ed Enrico Gualandi. Un suo lungo ed appassionato intervento, spezzato ed interrotto più volte. Non saprò – e non voglio sapere – perchè si fermò così tante volte. Forse la fatica, forse l’emozione, i ricordi di quei giorni da partigiano quasi bambino, a 13 anni. Ma da quelle parole, da quegli sforzi, ho visto in faccia cosa vuol dire credere in quello che si sta dicendo e che si è fatto, cosa significa sperare che ciò per cui ci si è battuti e tanti hanno dato la vita non venga dimenticato e sorpassato, cosa vuol dire avere ancora una missione che, per chi è avanti negli anni, vuol dire insegnare ai più giovani.

Quella sera, durante le sue parole, sentii la spinta ad alzarmi in piedi per ascoltare. Come me, insieme, tutto il palazzo, quasi fosse una sola persona, si levò in piedi fino alla conclusione.

Non dimenticherò mai le tue tante lezioni.

Grazie Enrico.

Il monumento si può spostare

parerecomitato.JPGLa lunga discussione a seguito del post precedente sulla decisione del Consiglio di Stato in merito a Piazza Matteotti (Imola) fa certamente capire quanto gli imolesi vogliano la piazza nuovamente disponibile.

Ieri mattina il Sindaco Marchignoli è stato ricevuto dal direttore generale del ministero dei Beni e Attività culturali, arch. Roberto Cecchi, insieme al sottosegretario Enrico Letta.

Durante l’incontro è stato consegnato al Sindaco il verbale della seduta del 28 maggio scorso del Comitato Tecnico Scientifico del ministero dei Beni e Attività Culturali richiesta dal Comune di Imola per interpretare l’ormai famigerato decreto Garzillo del 2002. Lo inserisco in allegato, ovviamente il passaggio chiave è “si ribadisce il parere favorevole al progetto di spostamento“. Sono però anche altri i passi interessanti, è solo un foglio e merita di essere letto.

Il contenuto del documento che questa mattina mi è stato consegnato dal direttore generale del ministero – spiega il sindaco Marchignoli – rende il Comune assai fiducioso sul buon esito della riqualificazione della piazza secondo gli atti e nei tempi che le autorità preposte decideranno e che auspichiamo i più brevi possibile“.

Nel frattempo – continua il sindaco – è intenzione condivisa procedere quanto prima ad opere urgenti di messa in sicurezza del cantiere, del patrimonio archeologico sottostante e degli edifici prospicienti, così come peraltro già anticipato dalla stessa Sovrintendenza di Bologna nella sua relazione trasmessa a suo tempo (febbraio 2007) al Consiglio di Stato“.

Ed ora, lavorando in stretto accordo con il ministero dei Beni e Attività culturali, si potranno riavviare i lavori e raggiungere una soluzione definitiva.

Inoltre, come scritto sul sito di Palazzo Chigi, Letta e Marchignoli hanno parlato anche dei lavori all’autodromo.

Il Consiglio di Stato blocca ancora Piazza Matteotti

Il Consiglio di Stato ha deciso, dopo numerosi rinvii, per l’annullamento dei lavori di Piazza Matteotti a Imola, cancellando le delibere che costituivano il cantiere (ancora non c’è la sentenza di merito, tutto il dispositivo). Queste erano le richieste avanzate dal Comitato di Conservazione del Monumento ai Caduti aiutati alcuni gruppi d’opposizione imolese, che già aveva fermato i lavori più volte con vari ricorsi al Tar contro il Comune di Imola.

Quella del monumento sembra una storia senza fine, che purtroppo sta provocando grossi danni ai commercianti ed a tutto il centro storico. Senza tutti questi ricorsi la piazza sarebbe già finita da mesi, utilizzabile in ogni singolo metro quadrato.

Il Sindaco Marchignoli ha sottolineato come “la città sta pagando l’accanimento di Mondini (cons. comunale dell’Unione di Centrodestra) e del comitato che, confondendo gli avversari politici con l’interesse della città, stanno facendo male ad Imola“.

Questo è purtroppo vero e sotto gli occhi di tutti: ormai terminare la piazza, il trasloco dell’obelisco è una vera priorità per tutta la città, che oggi si vede privata del proprio cuore. Le armi in mano all’amministrazione, ora, sono finite. Il prossimo passaggio sarà l’incontro, mercoledì 4 luglio alle 10, con il Ministro per le Attività Culturali.

Qui sotto metto due video: uno realizzato da me sullo stato attuale delle cose ed un altro realizzato da un gruppo di ragazzi imolesi (che hanno anche scritto un articolo ed un forum dove, con diverse critiche, ripercorrono la storia). Anche se non sono d’accordo con le conclusioni alle quali arrivano – per diversi motivi ritengo fondamentale per il rilancio del centro portare a termine tutto il progetto – hanno fatto una serie di interviste interessanti per la ricostruzione della vicenda.

Buona visione!