Archivi tag: 14 ottobre

Partito Democratico 90210

Mi sto davvero appassionando a questa telenovela “introspettiva” di Diego Bianchi.

E’ uscita oggi la cialis online description chemistry ingredients tadalafil terza puntata, che riporto qui sotto, che ci parla della domenica delle primarie. Ci sono, ovviamente, anche la prima e la seconda puntata.

Un po’ nostalgico ma davvero fatto bene! :)

Immagine anteprima YouTube

Altre due parole sulle Primarie

codaprimarie.jpgSenza avere alcun titolo da “politologo” o esperto, mi permetto (ma tanto sono a casa mia :) ) di guardare qualche aspetto del voto di ieri, un po’ più a freddo (ma nemmeno tanto) di stanotte.

Rimango emozionato al solo pensiero della giornata di ieri. Del risultato di queste elezioni. I ragazzi che stamattina in facoltà e per la strada mi fermavano per dire la loro erano le più belle interruzioni. Gli sms, i messaggi via msn che mi arrivano da ieri sera sono la prova che quest’esperienza non ha lasciato indifferente nessuno. Anche i commenti al post precedente, arrivati in poche ore, sottolineano la rilevanza di quest’avvenimento.

Analisi del voto? Qualcuna, se permettete, la faccio. Cominciamo dal basso. Cominciamo da Adinolfi. Evidentemente non solo a me ha infastidito quel suo modo di fare da candidato “gggiovane e bloggher“, come ho già scritto qui e detto a Politica 2.0. Alcune riflessioni interessanti ed un articolo a lui dedicato l’ho trovato su “Giornalettismo“, vi rimando lì.

Ieri al Partito Democratico è stata consegnata una forza che da anni nessun partito poteva vantare. Mai un partito è nato dalla mobilitazione di oltre tre milioni di persone. Caro Beppe, ti inviterei ad avere più rispetto per tutta queste gente che ha deciso di andare a votare, pagando molto spesso più dell’euro chiesto come contributo, per formare un Partito. Per formare un Partito! Quante volte in questi ultimi mesi abbiamo sentito dire che la Politica era morta, o doveva morire? Tutte queste persone, giovani, anziani, minorenni, immigrati hanno invece chiesto che si ritorni a parlare dei problemi del paese, con un soggetto forte che riesca a non essere ostaggio di piccoli interessi e piccoli partiti, che si possa sfilare dai litigi di bottega. E anche dal centrodestra dovrebbe venire uno stimolo simile. Per questo ho guardato con interesse anche la manifestazione di Alleanza Nazionale di sabato.

E non c’entrano i soldi o i media (anche se spero tu sia ironico quando dici che il pd controlla tutti i mass media)! Proprio in Italia abbiamo avuto la prova di come un partito possa nascere da una videocassetta, e mi vieni a criticare in questa maniera il PD? Gli iscritti di DS e DL in totale non arrivano al milione. Contando tutti, anche quelli “dubbi”. Queste tre milioni e passa di persone sono invece reali, attive, sono uscite di casa ed hanno firmato. Hanno votato per il leader di un partito, non per il candidato alle elezioni politiche, una differenza da non sottovalutare.

Ed ora? Ora che abbiamo visto votare tante persone (personalmente ho visto al seggio anche chi non mi aspettavo), ora che la gente ha fatto vedere che crede in un cambiamento e che il Partito Democratico può essere la novità?

Adesso non dobbiamo sederci. A livello nazionale nè locale. Il gruppo unico in consiglio comunale si deve fare dalla prossima seduta (forse mercoledì è impossibile per tempi tecnici, ma quella dopo). La gente non vuole più sentir dire “la quercia” o “la margherita”. Oggi al Tg1 nel sottopancia per Franceschini c’era scritto “Partito Democratico”, e così deve essere ovunque.

Non dobbiamo pensare che, se i ragazzi non vengono alle riunioni dentro ad una sede di partito o non si iscrivono, non facciano politica. La politica si fa in un milione di modi: dal volontariato all’associazionismo, dalla solidarietà allo sport. Tutti questi però vogliono qualcuno di credibile ed autorevole con il quale parlare, confrontarsi, dal quale essere rappresentati nei propri sogni e nelle aspettative.

Dobbiamo rimanere aperti, con primarie, incontri e dibattiti. Con la forza di idee che non dobbiamo più dividere in “destra” o “sinistra”. I due schieramenti sono di certo molto differenti, ma una risposta di buon senso si deve trovare al di là dello scontro ideologico.

Io ci credo, e spero che le prossime volte saremo ancora di più.

Qualche P.S.:

  • martedì 16 alle 20 in piazza Gramsci a Imola grande festa per i 17.217 sì al PD
  • Fini chiede a Veltroni di dimettersi da sindaco di Roma. Due cose: non era lui ad essere contemporaneamente vice-premier, ministro degli esteri e leader di AN? Inoltre, se i romani volessero davvero questo, avrebbero votato Veltroni così in massa?
  • c’abbiamo già l’inno!
  • queste le prime dichiarazioni del Leader

icona-excel.gifRisultati per il Circondario Imolese – Nazionale

icona-excel.gifRisultati per il Circondario Imolese – Regionale

Sempre in Excel, risultati in dettaglio per il Nazionale: Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel del Rio, Castel Guelfo, Castel San Pietro Terme, Dozza, Fontanelice, Imola, Medicina, Mordano

Mentre per il Regionale: Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel del Rio, Castel Guelfo, Castel San Pietro Terme, Dozza, Fontanelice, Imola, Medicina, Mordano

Tre milioni di persone. E’ fatta, e ora…

zangheriprimariemin.jpgAndata. Più di tre milioni di persone sono andati a votare a queste primarie.

Un’appuntamento storico, unico. Un risultato che è la risposta a tutto quello che abbiamo visto sfilare in questi ultimi mesi di rabbia, di invidie, di interessi particolari. Lotte di bottega, di lobby e di forcaioli.

La gente è molto più intelligente di come la dipingono giornali e televisione. Vuole cambiare e crede che ancora sia possibile.

Queste parole sono scritte sull’onda dell’entusiasmo. Ma è una felicità che mi sento di condividere con milioni di altre persone in tutt’Italia, una gioia e voglia di nuovo alla quale ora il Partito Democratico, il mio partito, deve saper rispondere.

P.S. avevo provato ad inserirla qui ma non va. Andate a vedervi le parole di Scalfari

Chi paga le Primarie?

Alberto Vecchi, consigliere provinciale e regionale di Alleanza Nazionale, si chiede oggi sul Resto del Carlino di Imola chi paghi le primarie del 14 ottobre. In particolare si parla di seggi allestiti in scuole ed edifici pubblici, con conseguenti costi per tutti i contribuenti, anche per chi non vota il partito democratico e queste primarie.

Qui sotto la risposta, stamattina durante Buongiorno Romagna, da parte di Marcello Tarozzi, responsabile organizzazione dei Ds di Imola.

Il mondo dello sport per il Partito Democratico

tondopalle.jpgInsieme al vicesindaco ed assessore allo Sport di Imola Fabrizio Castellari ed alla presidente della Uisp Imola Faenza Paola Lanzon ho preparato questo appello al voto per le primarie del 14 ottobre da parte del mondo dello sport.

Riporto qui sotto le tante firme e, più in basso, l’appello completo.

Bondi Andrea, Consigliere Comunale Imola
Lanzon Paola, Presidente UISP Faenza – Imola
Castellari Fabrizio, Assessore allo Sport Comune di Imola, candidato“Democratici con Caronna”
Testi Fabrizio, Società Pesca Sportiva, candidato lista “Democratici con Caronna”

Alpi Giuliano, Vice Presidente A. C. Dozzese
Avoni Terio, Presidente A. C. Dozzese
Angioli Marino, Polisportiva Valsanterno
Bacci Roberto, Presidente Polisportiva Valsanterno
Bartolini Andrea, Campione motocross
Berardi Bianca Cristina, Insegnante Educazione Fisica
Bertozzi Vanni, Presidente GEIMS
Bertuzzi Corrado, Presidente Tozzona Calcio
Bianchi Ilaria, Campionessa nuoto
Bittini Marino, Presidente Polisportiva Ponticelli
Casadio Daniele, Ravens Football
Cavini Davide, Presidente C. S. La Stalla
Cerè Renzo, allenatore Castello Calcio a 5 ed ex Team Manager del Team Carrera Nera
Dal Fiume Sauro, Assessore allo Sport Castel San Pietro
Dal Monte Danilo, Società Sportiva GIP-API
Dal Monte Marino, Società Sportiva GIP-API
Davi Massimo, Uisp
Degli Esposti Lallo, Cestista imolese
Ferri Ettore, Dirigente A. S. D. Serraglio
Lelli Mauro, D. G. Imolese Calcio
Mannini Moreno, Azzurro del Calcio
Mengoli Giacomina, Presidente Polisportiva Sasso Morelli
Minzoni Fabio, Società Sportiva Why Not Dog?
Mirri Mario, ASBI
Ortolani Ercole, Imolese Calcio
Pacchiani Mauro, Hercolani Basket – Castel Guelfo
Pasotti Claudio, Presidente Polisportiva Sesto Imolese
Patuelli Sergio, Presidente ASBI
Pelliconi Tiziano, Presidente C.S. La Tozzona
Poli Antonio, Pres. Rugby Castel San Pietro Terme
Rambaldi Bruno, Dirigente Max Basket – Castel Guelfo
Sasso Ermo, Presidente Polisportiva AVIS- Imola
Spuri Zampetti Lino, Società Pesca Sportiva
Tassinari Domenico, Allenatore Romagna Handball
Tozzoli Renato, Già Dirigente Ufficio Sport Imola

Il testo dell’appello per il PD dal mondo dello sport

Aperitivi per le Primarie ed il PD: Sport & Altro

Vi segnalo a Imola qualche iniziativa informale di incontro sul Partito Democratico (per ognuna il promemoria da salvare, inoltrare e stampare):

  • Martedì 9 Ottobre - ore 19 presso “Baricentro” – p.zza Duomo
    Aperitivo con il Mondo dello Sport
    aperisport.jpg
  • Mercoledì 10 Ottobre – ore 19 presso “Caffè della Rocca” – p.zza Giovanni dalle Bande Nere
    Democratic Party con i Candidati delle liste “Democratici con Veltroni” e “Democratici con Caronna”
    democraticparty.jpg
  • Venerdì 12 Ottobre - ore 19 presso “Caffeina Bar” – Via Appia
    Incontro con Massimo Marchignoli e Daniele Manca
    apecaffeina.jpg

Domenica intervisterò Salvatore Caronna a Buda

caronna.jpgQuesta domenica, 23 settembre, intervisterò Salvatore Caronna, candidato alla segreteria regionale del Partito Democratico dell’Emilia Romagna, insieme a Massimiliano Stagni, segretario della Federazione DS di Imola.

Il tutto all’interno della Festa dell’Unità di Buda, nelle vicinanze di Medicina. Inizio intervista pianificato per le 20.30.

Gli vorrei rivolgere circa un miliardo di domande in vista delle primarie del 14 di ottobre. Mi limiterò e cercherò di far stare tutto in un’ora! :)

Se pensate di venire e vorreste chiedere qualcosa, scrivete pure!

I ragazzi del ’91 per frasi

scientifico.jpgE’ bellino questo gioco de “i Mille“, dove sono raccolte alcune frasi per descrivere i ragazzi che potranno andare a votare alle prossime primarie.

Dai commenti è emersa qualche critica e qualche ragazzo se ne è avuto a male. Dipende. Se è un esercizio per i più grandi per capire come può essere il mondo di un sedicenne di oggi, contando qualche estremo per capire meglio, può essere anche utile. Ovvio, non lo trovo un quadro affidabile della società, piuttosto un bel gioco. D’altronde, far politica è anche imparare a guardare il mondo con gli occhi degli altri.

Qui sotto copio qualcuna che mi piace per motivi politici, personali, istintivi, tratte da post e commenti:

3. PC non è mai stato partito comunista, ma personal computer
20. Il World Wide Web è un utile strumento, non certo nuovo
25. L’enciclopedia è una fila di libri tutti uguali nella libreria, una specie di scomoda Wikipedia
33. Giulio Andreotti è sempre stato un senatore a vita
46. Non hanno mai fatto il passaporto per andare in vacanza studio in Inghilterra
52. Le cabine telefoniche fanno parte dell’arredo urbano, non hanno nessuna utilità
53. Non sono mai stati dentro la macchina quando si entra tra le spazzole dell’autolavaggio

P.S. Nella foto lo Scientifico di Imola… uhm… cambiato poco il sito da quando l’avevo fatto già 5 anni fa!

Primarie a Imola per il Partito Democratico

strillone.gifAnche il comitato promotore del Partito Democratico del circondario imolese si sta dando da fare per organizzare le primarie del prossimo 14 ottobre. Procediamo per punti, stile telegrafico:

  • le primarie ci saranno Domenica 14 ottobre (e questo l’avevamo capito :) )
  • si vota dalle 7 alle 20
  • è necessario portare con sè la tessera elettorale e un documento d’identità
  • i seggi nel circondario saranno 40, 14 in più dell’appuntamento del 2005
  • ci sarà un seggio anche sotto al centro cittadino di Imola
  • il contributo minimo per la realizzazione dell’evento è di 1 euro
  • è importante, fondamentale, che vadano a votare il più alto numero di ragazze e ragazzi 16-18 anni (anche qualcuno di più…)
  • possono votare anche gli extracomunitari

Metto in allegato l’elenco dei seggi del circondario imolese.

Queste le due liste che sostengo:

DEMOCRATICI CON VELTRONI (nazionale)santinoprimarie.jpg

  • Massimo Marchignoli
  • Gabriella Barbieri
  • Roberto Visani
  • Nara Rebecchi
  • Giuseppe Cenni
  • Silvia Sassi
  • Bruno Vibio

DEMOCRATICI CON CARONNA (regionale)

  • Daniele Manca
  • Francesca degli Esposti
  • Massimiliano Stagni
  • Monica Campagnoli
  • Raffaello de Brasi
  • Elena Costa
  • Gabriele Zaniboni
  • Anna Pariani
  • Graziano Prantoni
  • Valentina Laffi
  • Fabrizio Castellari
  • Stefania Dazzani
  • Gaetano Mattioli
  • Federica Ottavi
  • Fabrizio Testi

Fac-simile per il Nazionale
Fac-simile per il Regionale

Mario Adinolfi nel Partito Democratico

Premetto che credo molto nel progetto del Partito Democratico e ancora di più nel meccanismo delle Primarie. Sono una cosa seria ed è più che giusto concedere l’opportunità di candidarsi a tutte le persone credibili che si impegnano per il PD. Più che giusto che Pannella e Di Pietro non partecipino (vedi “si impegnano PER il PD”).

Ho un candidato preferito, Veltroni. Lo voterò solo se rimarrà tale fino al 14 di ottobre. Intanto guardo, seguo e studio anche gli altri.

E’ da un po’ che leggo Adinolfi. Da prima della sua candidatura, tempi non sospetti. Non credo la sua sia stata una giusta scelta (come scrive poi anche Caprara) ma avrà fatto i suoi calcoli.

Ho qualcosa che mi turba nel suo modo di fare. Questo continuamente porsi come “il candidato della rete” o “il giovane candidato” è un brutto modo di fare. Quasi come un “blogger” o un “gggiovane” non potesse riconoscersi negli altri, e votare gli altri significasse ostacolare tecnologia e nuove generazioni. Questo farsi avanti come il candidato della provvidenza mi urta. Come togliesse a me, giovane interessato alle tecnologie, la libertà di scelta. Ha un programma interessante, ma più che un programma completo è una raccolta di buoni stimoli.

Credo che avrebbe fatto meglio a lavorare per sostenere un candidato, come hanno scelto i suoi amici de “I Mille“, piuttosto che proporsi come l’excalibur dal web.